Un’Antologia per la Tana: intervista a Hanna McHonnor

un antologia per la tana

Hanna McHonnor, al secolo Giulia Stefanini, è scrittrice, editor e blogger. Fondatrice de La Tana dei Libri Sconosciuti, ha lanciato l’interessante progetto editoriale Un’antologia per la Tana: un libro che punta a presentare ai lettori sei autori emergenti attraverso altrettanti racconti spin-off dei rispettivi romanzi.

Il libro è stato lanciato attraverso un blogtour, accompagnato da un interessante giveaway, ed è attualmente disponibile su Amazon in formato e-book e gratuitamente su Kindle Unlimited. Ce ne parla Hanna nell’intervista.



 

Intervista

1)Ciao, cominciamo dalle presentazioni per quei lettori che ancora non ti conoscono e non hanno ancora scoperto la tua Tana. Come preferisci che ti chiami: Giulia o Hanna?

Ciao a te e a tutti i lettori del sito, sono molto felice di essere qui. Non ho preferenze di nome, ma se mi chiami Giulia rischiamo che la maggior parte delle persone non sanno di chi tu stia parlando, quindi forse è meglio Hanna

2)Beh a questo punto raccontaci un po’, chi è Giulia, chi è Hanna e come si sono incontrate?

In realtà non c’è stato un vero e proprio incontro, sono io in entrambi i casi. Circa due anni fa, almeno mi sembra siano passati due anni, ho deciso di iniziare delle attività mettendo al primo posto quelle che sono le mie passioni: lettura, scrittura e parlare del potere che la parola scritta ha su di noi. Così sono nate le mie pagine: Down Hanna’s Ally – dove cerco di dare spazio a chi scrive online in siti come EFP o Wattpad – e La Tana dei Libri Sconosciuti, dove, come sapete forse già, creo articoli, segnalazioni, recensioni, giveaway, per coloro che sono scrittori emergenti e cercano di essere conosciuti. Dopotutto è proprio la conoscenza che fa comprendere cosa fa per noi e cosa no. Ha davvero molto potere.

3)La tua Tana dei Libri Sconosciuti è un “rifugio” per lettori e scrittori ma soprattutto per emergenti: com’è nata o meglio come hai iniziato a pensare di costruirla?

Volevo dare un posto sicuro, un rifugio appunto, per tutti coloro che avessero scritto un romanzo, pubblicato, e quindi fossero diventati scrittori emergenti. Non un rifugio qualsiasi, ma uno di quelli in cui lettori e autori potessero trovarsi e sentirsi a loro agio. Sono le storie, i personaggi, le trame, i vari abitatori della Tana e del loro spazio sicuro

4)Ormai avrai avuto a che fare con molti emergenti (lo sei tu stessa come scrivi nella Tana): c’è un consiglio fondamentale che ti senti di dare a chi emergente pensa di diventarlo?

Non è mai facile dare consigli, ma tengo molto a uno che è stato dato a me e che cerco di seguire io stessa: non smettere mai di sognare. Ma anche dentro il sogno, in questo caso scrivere una storia e condividerla con il mondo, non dare nulla per scontato e rendersi conto che è il modo in cui la storia viene scritta che poi la farà arrivare al lettore. Perciò, attenzione alla forma. E lasciarsi trasportare dalla corrente di ciò che vorremmo accadesse.



5)Un’Antologia per la Tana è un progetto editoriale che punta a presentare gli autori… senza presentarli, saltando la classica sinossi per immergere il lettore nelle storie. Come ti è venuta questa idea?

Non c’è un momento preciso in cui mi è venuta questa idea. A volte la mia mente è volta a capire che cosa potrei fare e d’improvviso arrivano le idee. Tutto qui!

Volevo solo rendermi utile e far conoscere quanti più autori emergenti possibili con le loro storie.

6)Com’è stata la risposta di scrittori e lettori al progetto?

Sono molto felice della risposta che ho avuto, scrittori e lettori sono stati molto presenti. Ho conosciuto anche diversi illustratori che hanno disegnato copertina e immagini che inframmezzano i racconti all’interno dell’Antologia. Sono davvero felice di come stanno andando le cose, grazie a tutti!

7)Come hai selezionato gli autori che partecipano all’Antologia?

Non c’è stata in questo caso una vera e propria selezione, era una possibilità che avrei voluto dare a chiunque avesse voluto partecipare. Ovviamente dopo che gli autori mi hanno inviato i racconti, questi sono stati editati nel minimo indispensabile per poter essere poi pubblicati. Naturalmente l’ultima parola è sempre spettata all’autore e alle sue idee.

8)Parlaci un po’ dei racconti: che generi si potranno trovare nell’Antologia? Ce n’è per tutti i gusti?

Sì, secondo me abbiamo davvero dei racconti per tutti i gusti, anzi tutti gusti + 1!

Nel leggere l’Antologia passerete da precipitare dentro un grande disastro all’angusta scelta d’amore di una donna, dal principio di un’amicizia a dei trambusti notturni e, infine, da vivere un giorno tutto particolare a entrare in un mondo fantasy, ma non raggiungibile a tutti.

Come potete leggere in queste poche righe, gli autori – Andrea Cosentino, Alice Gerini, Alessio Del Debbio, Annalisa Gasparotti, Floriana Naso e Annarita Faggioni – hanno stili diversi tra loro e anche i generi che troverete sono veramente vari e distanti tra loro.

9)A chi consiglieresti la lettura di questa antologia?

La consiglierei a tutti i lettori che hanno voglia di scoprire nuovi autori, di tuffarsi in un nuovo mare di parole e non hanno paura di innamorarsi di un romanzo emergente!

L’antologia si trova su Amazon.it qui!



Condividi ;)

ABOUT THE AUTHOR

Copywriter per professione, scrittrice per passione, innamorata di fantasy e horror e strenua sostenitrice del self-publishing. Sono testarda e un po' megalomane. Attualmente la mia principale occupazione è convincere il mondo che il self-publishing è il futuro dell'editoria. Il resto sono hobby.

2 comments on “Un’Antologia per la Tana: intervista a Hanna McHonnor”

  1. La Tana dei libri sconosciuti

    Sono davvero emozionata di leggere questa intervista e di essere ospite di questo portale. Grazie mille!
    Il creare l’antologia e il relativo blog tour è stato magnifico <3

    • Annarita Faggioni
      Annarita Faggioni

      Ciao cara, benvenuta anche da noi. Siamo stati felici di aderire e ringraziamo Cristina per l’intervista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calendario

settembre: 2017
L M M G V S D
« Ago    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930