Una serata con la Gioconda e Alberto Angela

Saluto e grazie a Alberto Angela

Qualche settimana fa Alberto Angela è stato ospite della libreria Rizzoli di Milano, nel prestigioso ed elegante teatro della Galleria Vittorio Emanuele, per presentare il suo nuovo libro Gli occhi della Gioconda.

Più che di una classica presentazione, si è trattato di una vera e propria lezione, o meglio di un avvincente tuffo nella storia della “signora” più famosa del mondo e del suo creatore, Leonardo Da Vinci, nel pieno stile a cui Alberto Angela ci ha abituato in tanti anni di programmi e divulgazione culturale in televisione.

Il libro: Gli occhi della Gioconda

Come ben illustra il titolo stesso, in questo saggio Alberto Angela si discosta dal periodo storico più antico, dell’Impero Romano e dell’antica Grecia, per andare ad indagare il Rinascimento italiano attraverso gli occhi di un testimone d’eccezione: Monna Lisa.

La Gioconda, il celeberrimo quadro dall’enigmatico sorriso, diventa infatti il “pretesto” e la lente attraverso cui vengono indagati moltissimi aspetti della vita di Leonardo Da Vinci ma anche della società e del costume rinascimentale in generale. Con un ultimo sguardo curioso anche ai misteri che avvolgono la Gioconda e alla sua storia più moderna e alle vicende che l’hanno portata ad essere il quadro più famoso del mondo.

La serata: viaggio tra i capitoli del libro

Una marea di teste è accorsa fin dalle prime ore del pomeriggio per riservare un posto e assistere al meglio all’attesa serata in compagnia del divulgatore più seguito e amato d’Italia.

In quasi due ore di piacevole conversazione e spettacolo nel suo tipico stile divertente e coinvolgente, Alberto Angela ha condotto gli spettatori attraverso tutti i capitoli del libro che ognuno di loro già stringeva tra le mani, lasciandosi guidare dalle molte immagini che accompagnano il testo.

Dalla storia di inquieto indagatore della Natura e artista talentuoso e perfezionista di Leonardo Da Vinci, all’indagine delle tecniche che hanno reso unici i suoi quadri, prima fra tutte lo “sfumato”, passando per l’analisi degli abiti di Monna Lisa e della moda del tempo, come del paesaggio alle sue spalle (reale o inventato?).

Alberto Angela è riuscito a rendere viva e attuale la storia della Gioconda e di Leonardo grazie all’intercalare di aneddoti divertenti (come la triste fine, mai nominata, del primo collaudatore della macchina volante di Leonardo…), la curiosa storia di come la Gioconda sia diventata così celebre (colpa di un “rapimento” al limite del comico) ma anche al mistero sempre avvincente della sua identità!

Lisa Gherardini, la madre di Leonardo, Isabella d’Este… chi si cela dietro l’enigmatico sorriso del ritratto? Non resta che leggere il libro.

Alberto Angela: una stretta di mano e un ringraziamento

Saluto e grazie a Alberto Angela

Chi non coltiva la speranza di scambiare quattro chiacchiere e un’intervista con Alberto Angela? Purtroppo la serata milanese è stata lunga, intensa e densa di fan che la possibilità di ritagliare qualche minuto per una conversazione è stata nulla, anche considerando che quando abbiamo salutato il mattatore della serata erano già le 23.00 e lui aveva ancora una lunga fila di autografi e saluti di fronte a sé.

Alla fine, c’è stato tempo solo per una stretta di mano, una dedica sul libro acquistato poco prima e un ringraziamento di cuore a quest’uomo, professore e divulgatore straordinario: un grazie per tutti questi anni di impegno e di cultura, per tutte le ore di divulgazione che hanno contribuito a rendere l’Italia un posto migliore, un po’ più istruito, un po’ più consapevole della propria grande storia.

Un grazie, ne sono certa, che viene anche da tutti i lettori de Il Piacere di Scrivere, e il sorriso che è stato la replica a questo ringraziamento è valsa tutta la lunga attesa in coda.

Tutta la redazione ringrazia di cuore il gruppo delle Angelers, fan di Alberto Angela, per il supporto che ci ha permesso di realizzare questo articolo.

 

image_pdfimage_print

ABOUT THE AUTHOR

Copywriter per professione, scrittrice per passione, innamorata di fantasy e horror e strenua sostenitrice del self-publishing. Sono testarda e un po' megalomane. Attualmente la mia principale occupazione è convincere il mondo che il self-publishing è il futuro dell'editoria. Il resto sono hobby.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *