Storytelling d’autore

storytelling autore

storytelling autoreQuesto articolo nasce dal webinar condotto ieri su SuperSummit Italia. Come dovrebbe presentarsi un autore (sia nel suo sito che offline)?

Cos’è lo storytelling d’autore

Ringrazio Mara Gotti per aver catturato questa perla su Twitter, in modo da poterne poi scrivere.

storytelling autoreCosa intendevo dire? L’autore ha due vantaggi rispetto a qualsiasi copywriter:

1) L’autore è in grado di creare storie senza riferimenti.

2) L’autore è in grado di creare personaggi a piacimento.

Nonostante questi due “ostacoli momentanei”, il copywriter riesce a creare storytelling anche molto efficaci, tanto che alcuni si sono specializzati in questo tipo di servizio.

Nello storytelling d’autore, chi scrive deve creare un personaggio intorno a sé che sia il più somigliante possibile a sé. Nonostante i casi televisivi, non sono le tragedie umane che fanno il successo di un libro, anche se il fenomeno “caso umano” attira una cerchia ristretta di morbosi.

Se vogliamo davvero dare un’anima a quanto scriviamo, dobbiamo curare anche questi dettagli, perché saper inventare è solo la metà dell’opera. Sì, anche saper emozionare è solo metà dell’opera. Lo storytelling d’autore è saper emozionare con un personaggio di sé che sia realistico e che sia “portatore” dell’anima dei lettori, ovvero di chi non ha lo stesso dono, ma lo ama come noi.

E’ una parola, lo so. Per questo all’autore serve sempre un po’ di copywriting.

Come scrivo uno storytelling d’autore

Parti dalla tua biografia. E’ molto importante che la tua biografia non superi le 6 righe e che non sia la storia della tua vita. Molti storyteller chiedono ai clienti di raccontare la loro vita, ma per un autore questo può essere deleterio, perché ci si perde in migliaia di rivoli più o meno verosimili.

Ora girati e crea il tuo personaggio. La biografia è alla terza persona singolare e questo ti aiuta. Il fatto è che è atona. Per rendere profondo il tuo personaggio, inizia a vederlo in evoluzione e non piatto su se stesso. L’evoluzione è un passo fondamentale: descrivi il tuo personaggio in 20 righe, partendo dalla biografia.

storytelling autore

Ora guarda a chi stai parlando: il lettore. Il lettore può essere un amante del genere che hai scelto per il tuo libro, un autore, oppure semplicemente una persona che si trova sul tuo sito. Scopri la fascia di età alla quale ti rivolgi (chiedi al tuo editore, oppure guarda alle recensioni che hai ricevuto). Passa al labor limae: online non si possono leggere i papiri. Calibra e dosa ogni parola, come se stessi partecipando a un concorso con caratteri limitati.

Trasponi nel reale il tuo personaggio

L’immagine che gli altri hanno di noi è sempre una proiezione di quello che siamo, non ciò che siamo. Sta a noi, però, plasmare quell’immagine in modo che ci somigli. Per questo il personaggio di partenza ti deve assomigliare. Nelle presentazioni non dovrai però giocare un ruolo predefinito: impazziresti.

storytelling autore

Per trasporre il tuo personaggio, non devi fare altro che essere te stesso, mantenendo qualche linea guida: non conviene fare riferimenti in continuazione a quanto stai bene/quanto stai male (indispone) e, se ti sei focalizzato su un genere, dovresti approfondirne i maggiori autori italiani e stranieri per non fare brutte figure.

Il tuo personaggio non deve essere amato per forza, ma deve essere “caratteristico”, possibilmente “memorabile”. “Affina il tuo carisma” direbbero a The Sims.

image_pdfimage_print

ABOUT THE AUTHOR

Annarita Faggioni

Founder e direttrice del progetto Il Piacere di Scrivere, copywriter e scrittrice.

Commenta

Calendario

dicembre: 2016
L M M G V S D
« Nov    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: