Recensione a “La lega dei Gentiluomini Rossi” di Federica Soprani e Vittoria Corella

[table id=4 /]

“La lega dei Gentiluomini Rossi” è il secondo episodio scritto a quattro mani da Federica Soprani e Vittoria Corella. Il testo è un romanzo giallo apprezzabile, che collega una buona trama a personaggi interessanti. Ecco il perché dei voti in questa recensione.

Grafica della copertina de “La lega dei Gentiluomini Rossi”: 7

recensione la lega dei gentiluomini rossiAbbiamo detto più volte che non si giudica un libro dalla copertina: è anche vero, però che la copertina dovrebbe dirci molto di quanto si sta per raccontare, almeno come idea. Lo sfondo giallo è giusto, anche perché è il genere trattato ed è ormai una convezione tra autori, case editrici e lettori.

Diverso il discorso dell’immagine scelta: è vero che siamo in un periodo storico preciso e che l’immagine rappresenta il periodo, ma sinceramente avrei preferito vedere i due detective protagonisti (i due detective che il lettore ha apprezzato nel precedente capitolo) in copertina in una nuova avventura, oppure di vedere qualche ragazzo che svanisce, visto che quello è il punto di inizio e il filo conduttore di tutta la storia.

Lingua de “La lega dei Gentiluomini Rossi”: 7

La lingua è buona e ben utilizzata: essendo un libro giallo, che comunque deve descrivere quello che c’è, il periodo tende al semplice rispetto al complesso. La lingua è, però, uno strumento che deve essere in continuo mutamento. Se la costruzione del pensiero avviene sempre allo stesso modo, cercando di limitare i sinonimi, un lettore attento se ne accorge. Non si tratta di un errore grave, anzi, per molti lettori non è un errore, perché l’idea è di creare un’istantanea di quello che succede, un po’ alla Christie maniera. La lingua nell’attesa è cambiata: per essere aderenti al periodo storico, la lingua si è ridotta ai periodi strettamente necessari per la descrizione.

La donna accarezzò la guancia di Jericho col dorso della
mano che aveva macchioline scure d’età come la pelle di
un animale esotico. (…) Pag. 95

Giudizio dei lettori su “La lega dei Gentiluomini Rossi”: 7.5

Sul testo ho trovato solamente recensioni e interviste dei colleghi blogger. Spesso ho trovato solo la trama. Le date sono diverse, quindi il blog tour si è sviluppato correttamente, però se io sono un lettore, vorrei il piacere di… Sapere cosa ne pensano anche i lettori, oltre che i blogger (con tutto il rispetto per i colleghi, naturalmente).

Stile de “La lega dei Gentiluomini Rossi”: 5.5

Lo stile si basa su molte frasi fatte che siamo ormai stufi di leggere:

Le fiamme dei capelli di Gwen Coventry, Sua Grazia
Lady Beaufort, erano state domate da cento colpi di
spazzola
canonici (…) pag.12

Jonas riavvolse il suo filo di Arianna e rimise in tasca
tutte le sue briciole di pane, percorrendo a ritroso il
cammino a tappe pietose di quella giornata (…) pag.31

“Non sono sola. C’è Maurice, mio marito. C’è il Signor
Fletcher. E ogni tanto c’è mio fratello.” pag. 46

In più, è vero che questo è il secondo episodio, ma il lettore non è obbligato ad aver letto il precedente episodio. Quindi, si consiglia agli autori che si trovano nella stessa situazione di lasciare una piccola descrizione sui personaggi principali nel secondo capitolo. Chi li conosce già salterà il paragrafo, ringraziando l’autore per l’attenzione, chi non li conoscerà amerà quel paragrafo.

Cosa ne pensi de “La lega dei Gentiluomini Rossi”?

Hai già letto questo libro o il precedente episodio? Raccontami se ti è piaciuto!

image_pdfimage_print

ABOUT THE AUTHOR

Annarita Faggioni

Founder e direttrice del progetto Il Piacere di Scrivere, copywriter e scrittrice.

Commenta

Calendario

dicembre: 2016
L M M G V S D
« Nov    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: