I pregiudizi del Web

pregiudizi del webI pregiudizi del Web sono dietro l’angolo. Chi non è esperto o sta iniziando può pensare che tutto sia semplice e sta a noi che lavoriamo nel mondo di Internet fare formazione e cambiare questo atteggiamento. Ecco quali sono i pregiudizi del Web e come affrontarli.

I pregiudizi del Web: basta esserci

Prima di iniziare, devo ringraziare il gruppetto di Palestra Writers che mi ha passato questo video. Guardatelo tutto.

L’idea che c’è quando si parla di persone che lavorano online e che non facciano niente. Ci sono e gli basta questo per avere un successo incredibile. Su Facebook questo è uno dei pregiudizi del Web più diffuso: dato che ogni giorno si condividono e si mettono “Mi Piace” in continuazione, allora basta un’immagine “virale” per andare avanti.

Vi posso assicurare che non è così. Dietro a ogni condivisione c’è una strategia ben precisa. C’è un mondo e un piano di marketing ben strutturato. Non sempre questi piani portano risultati stratosferici, ma sono reali. Per questo il Social Media Manager viene pagato: per offrire le proprie competenze, come qualsiasi professionista del settore.

Questo non significa che i vostri “Mi Piace” esploderanno senza motivo. E un “mi Piace” non significa automaticamente un libro venduto. Infine, sempre riferendoci a Facebook, visto che lì i pregiudizi del Web non si contano, il social network mette a disposizione diverse opzioni a pagamento: è necessario un esperto che le conosca per sfruttarle al meglio, altrimenti buttate solo soldi nel cestino. Ah, Facebook non incide sulle ricerche.

 

I pregiudizi del Web: è troppo semplice, non ti pago. Due case study.

Due recenti notizie si sono sparse velocemente online sulla scia dei pregiudizi del Web come “Hai fatto qualcosa di semplice, chiedi troppo/non ti pago”. Il primo è di un grafico, che ha reagito “occupando” il sito del cliente e creando una community con l’hashtag #justmymoney come potete vedere. Il secondo è di una Social Media Manager che è stata accusata di pretendere troppi soldi solo per gestire una pagina fan secondo il Comune di Rieti. Non mi pronuncio sui fatti in sé, ma penso che i pregiudizi del Web siano ancora tanti e che per superarli dobbiamo essere noi i primi ad amare il nostro lavoro e a farlo conoscere… Prima del pagamento, magari chiedendo un anticipo (almeno quello…).

image_pdfimage_print

ABOUT THE AUTHOR

Annarita Faggioni

Founder e direttrice del progetto Il Piacere di Scrivere, copywriter e scrittrice.

Commenta

Calendario

dicembre: 2016
L M M G V S D
« Nov    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: