Non so fare poesia

non so fare poesiaPensi di sapere tutto, invece scopri di non sapere nemmeno come va il mondo… Avevo altri post riservati per te oggi, ma l’ispirazione non segue mai l’agenda!

Non so fare poesia: dalle chiusure all’apertura

Voglio fare un post “conversational” questa volta: un post dove vado a ruota libera. Aprirò il cuore all’ennesima ferita, ma questa volta ti dirò come stanno le cose per me. Alla fine, troverai uno spazio riservato a te.

Il tutto inizia più o meno un anno fa. Ho sempre amato mettermi in gioco e ho sempre pensato che nessuno potesse ferire se non per far migliorare la persona che gli sta di fronte (o davanti allo schermo). Nel mondo parallelo che immaginavo, le competizioni tra poeti servivano a migliorare i poeti stessi.

E’ così che ho portato avanti tutte le mie iniziative, dalla prima all’ultima. Non ho mai chiesto nulla a nessuno, non ho mai mollato, non ho mai pensato di essere superiore agli altri. Poi vedo la letteratura che si legge e che si premia e mi viene da ridere.

Non è una risata di scherno: è una risata da Joker, che lascia disorientati e confusi. Morti. Esattamente come la letteratura che si sta portando avanti. Fogli di carta svolazzano in un turbine di denso fumo rosa, quasi come quello dell’ILVA. Quel rosa è un sorriso agghiacciante.

joker

Quel sorriso rosa genera questa risata di disperazione. Io qui a lottare: da qui sono ripartita.

Lottare per dare un filo di speranza a quelle vite stroncate. Twitta questa frase.

Così sono nati “I racconti depennati” che usciranno a fine Ottobre.

C’è di più: non so fare poesia. Pensavo di aver salvato almeno quello, evidentemente con la maggiore età sono diventata demente. Succede. Ancora una volta mi trovo di fronte a queste situazioni restando inerme, senza poter fare nulla e mi rendo conto che non serve a niente.

Non serve a niente scrivere bene, tanto ci sarà sempre un nome superiore e ci saranno sempre le spalle garantite da un giudizio insindacabile e onnipotente.

E’ tempo di rinascere e di porre fine a tutto questo.

La tua esperienza in un Tweet #nonsofarepoesia

La mia esperienza mi porta a non mollare per così poco. La mia esperienza porta la mia anima ad aprirsi nonostante la ferita che sanguina.

Parte così l’hashtag #nonsofarepoesia. Raccontami anche tu come vivi un rifiuto poetico e come ti ha permesso di rinascere sui social network (Twitter, Facebook, Google Plus, anche come commento qui). Li pubblicherò tutti in un post: siamo stanchi di vedere marcire ciò che amiamo.

nonsofarepoesia

image_pdfimage_print

ABOUT THE AUTHOR

Annarita Faggioni

Founder e direttrice del progetto Il Piacere di Scrivere, copywriter e scrittrice.

2 comments on “Non so fare poesia”

  1. Riccardo Esposito

    Lo ammetto: non so fare poesia.

    A dire il vero l’unica cosa che so fare è scrivere con naturalezza. Senza fronzoli. Immedesimandomi in un lettore frettoloso che vuole sapere tutto e subito.

    Per questo, forse, non so fare poesia. A ben pensarci, però, la poesia sa essere anche sintetica. Sa come puntare verso l’obiettivo e colpire il bersaglio senza perdere tempo.

    Mi viene in mente Ungaretti: “Si sta come d’autunno sugli alberi le foglie”. Semplice, immediata, senza giri di parole. Basta un attimo per capire che la vita del soldato è penosa, difficile da affrontare.

    Quindi torniamo al punto di partenza: non so fare ma vorrei fare. O meglio, mi piacerebbe poter fare. Perché nella scrittura c’è sempre da imparare. Sempre. Anche quando si allontana dal tuo stile classico.

    Non credi?

    • AnnaritaFaggioni
      AnnaritaFaggioni

      Grazie Riccardo! Io penso che mai come oggi ci voglia poesia nel nostro lavoro, anche perché la 3.0 arriva ricca di emozioni e le conversazioni diventano unico veicolo preferito da Google.

      Anche se non sapevo di avere uno stile classico, anzi mi è sempre stato detto il contrario…

      Grazie di cuore ancora per il tuo commento!

Commenta

Calendario

dicembre: 2016
L M M G V S D
« Nov    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: