Emozioni parallele, recensione al libro di Luisanda dell’Aria

[table id=1 /]

Emozioni parallele è il primo libro delle nostre recensioni che parte con i voti. Un testo coinvolgente secondo i lettori online, da scoprire in una recensione con i fiocchi 🙂

Emozioni parallele, perché piace nella recensione dei lettori

CopertinaOnline il libro “Emozioni Parallele” è già noto: grazie alla rapida diffusione del testo in self-publishing i lettori hanno potuto facilmente inserire commenti più che positivi. Il motivo? “Emozioni parallele” è una storia di tutti i giorni, alla quale è facile appassionarsi. La narrazione in prima persona e le garbate descrizioni rendono la storia godibile ed entusiasmante a tratti. Allora perché una pagella come quella in alto? E’ presto detto.

Grafica. Con grafica intendo l’impaginazione e la copertina. Spesso non dipende dall’autore, per questo ritengo questa voce un dettaglio parecchio trascurabile. Una storia che ha appassionato così tanto, però, meritava molto di più. Quando si scrive in self-publishing, anche questi piccoli dettagli possono essere importanti: rivolgersi a un illustratore ad hoc ha più impatto rispetto a una semplice foto.

Trama. Quattro personaggi che affrontano la vita di tutti i giorni con coraggio, con particolare riferimento alla protagonista in prima persona. Una storia che prende al cuore. Perché non un 10? Perché le emozioni scorrono tutte uguali. Il ritmo della narrazione è sempre lo stesso. Anche il suono vuole la sua parte.

– Introspezione dei personaggi. I personaggi sono ben delineati nella loro struttura di base. Forse andava descritta un po’ di più “l’anima” del personaggio, ma il poco che c’è basta a rendere il libro lineare e scorrevole.

Giudizio dei lettori online. Basta guardare nei vari siti specializzati in libri, praticamente è dappertutto.

Emozioni parallele: frasi cult

Ecco un paio di frasi da questo libro che non potete perdervi:

“Felici e sgomenti in un tempo unico, i nostri sguardi si allontanarono perdendosi tra la folla; non sapevo se lo avrei rivisto e i miei pensieri si smarrivano negli infiniti rivoli del dubbio.” (pag. 44)

“(…) il problema ero io, non gli altri; i loro caratteri, i loro modi di fare o di essere che mi facevano sentire a volte incompresa a volte trascurata.” (pag.93)

Avete già letto questo libro? Cosa ne pensate?

Anteprima offerta dall’autrice: scaricala gratis!!!
image_pdfimage_print

ABOUT THE AUTHOR

Annarita Faggioni

Founder e direttrice del progetto Il Piacere di Scrivere, copywriter e scrittrice.

Commenta

Calendario

dicembre: 2016
L M M G V S D
« Nov    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: