Letteratura internazionale: il fenomeno di Italian Book Club

La letteratura internazionale offre validi spunti di riflessione: è il caso di Italian Book Club, che trova il meglio delle letterature inglese ed italiana. Intervistiamo il responsabile Federico Conforto.

La letteratura internazionale: come nasce The Italian Book Club

1) Come nasce il ponte tra letteratura italiana e letteratura inglese “The Italian Book Club”?

Ho dato il nome Book Club con lo scopo principale di mettere in evidenza le radici italiane, che sono il background è l’essenza del Club, che unisce la tradizione inglese alla creatività italiana.
Credo fermamente che il nostro Paese sia una meravigliosa fornace di talenti e di geni inespressi, con molto da insegnare riguardo: la cultura, l’arte, la filosofia e le tradizioni. Sono le stesse tradizioni preziose che sfortunatamente stiamo perdendo per la globalizzazione; per questa ragione che il club attrae con intenzione di aggregare nuovi autori per essere conosciuti all’estero.

Non vorrei apparire eccessivamente patriottico, ma vorrei sottolineare che IL BEL PAESE , cosi ricordato dal SOMMO POETA Dante Alighieri, non e’ come viene rappresentato maliziosamente dalla stampa estera, ma e’ una nazione di giovani, non più giovani talentuosi anonimi scrittori. Questa è la mia idea di Book Club, uno strumento per scrittori per essere conosciuti a Londra, piattaforma lanciata verso il mondo. Risulta difficile ma possibile grazie ad internet, tecnologia, e la globalizzazione con il suo rovescio positivo della medaglia.

2) Ad oggi, quanti autori si rivolgono a voi per promuovere la cultura? Quanti Paesi sono coinvolti nel progetto?

Onestamente parlando, per il fatto che abbiamo iniziato solo 3 mesi fa, alcuni anonimi scrittori ci hanno seguito, è altresì accaduto che in poco tempo, alcuni esponenti della Cultura americana, dell’intrattenimento e della politica italiana hanno felicemente aderito a questa iniziativa, che mi rende orgoglioso e certo che siamo nella giusta direzione. Pertanto Vi invito a visitare il mio sito e scoprire chi è stato già intervistato. Molte altre interviste sono nel planning: abbiamo già in programma una sorta di “interviste spirituali” quali argomenti di Kabbalah e Buddismo ed altre ancora di arte contemporanea e classica.

Al momento Italia, Inghilterra dove spendo metà della mia vita, e U.S.A., da dove la mia amica italo-americana Concetta Brue, reviewer dei libri americani, collabora con il Book Club. Decisamente spero che altri Paesi siano coinvolti, visto che il sito del mio Book Club è molto visitato da molti Paesi nel mondo , secondo le statistiche che ogni mattina controllo con grande curiosità.

3) Quali servizi offrite all’autore esordiente?

Noi offriamo come servizi internalizzazione, ebook editing, press agent per gli autori, traduzioni in molte lingue, interviste, visibilità, relazioni con i Book Club inglesi, meeting con i lettori e lancio dei libri.

4) Nella vostra home page, c’è un ritratto di Pasolini, ma ci sono anche punti di riferimento in merito a Oscar Wilde. Come conciliare anime così diverse tra loro, eppure così vicine? Cosa possono insegnare a uno scrittore moderno?

italian book club

Pasolini è uno dei più grandi scrittori italiani del XX secolo; dalla più sofisticata letteratura a quella più popolare del cinema. E’ stato anche poeta ed ha profetizzato il danno della società consumistica e della cultura dell’omologazione.

Oscar Wilde , poeta e scrittore irlandese, fu arrestato, processato per indecenza e condannato ai lavori forzati per 2 anni. La vita privata di Oscar Wilde fu caratterizzata dal dramma e dalla tragedia, così come quella di Pasolini. Entrambi erano cuori delicati, sensibili, con una visione chiara e precisa del mondo, ma anche sofferente. Possono insegnare al giovane scrittore il valore di inseguire e cercare la bellezza nelle composizioni da scrivere, investigando gli aspetti psicologici ed emozionali , in modo che il lettore si fonda con l’autore attraverso questi aspetti.

5) Chi sono le personalità che ruotano nella vostra associazione?

– Tiziana Vecchio, membro dell’Associazione dei giornalisti del Lazio , esperta in politiche della internalizzazione, promozione del Commercio e Comunicazione Istituzionale;
– Paola Oliva, che ha un master in cinematografia;
– Stefano Ferretti esperto in filmografia

collaborano per la sezione filmografia nel Book Club. Altri collaboratori sono: Valentina Insinna, Simone Lombardo, luigi Carbone e sua moglie Anna, che sono di encomiabile aiuto e di incoraggiamento con lo sviluppo del Book Club.

6) Dove è possibile seguirvi?

Il mio website è www.theitalianbookclub.com, mentre il blog lo trovate qui. Siamo anche sui social network: Facebook, Twitter, e su tutti gli altri social.

 

image_pdfimage_print

ABOUT THE AUTHOR

Annarita Faggioni

Founder e direttrice del progetto Il Piacere di Scrivere, copywriter e scrittrice.

Commenta

Calendario

dicembre: 2016
L M M G V S D
« Nov    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: