La lunga notte dei lettori: Bookabook e la festa dell’editoria del futuro

Le presentazioni della Lunga notte dei lettori di Bookabook

Martedì 13 giugno, un martedì come tanti, se non fosse che al BASE di Milano si è celebrato il terzo compleanno di uno dei più interessanti progetti editoriali tutti italiani degli ultimi anni: Bookabook.

Ma “La lunga notte dei lettori” di Bookabook, più che essere la solita autocelebrazione del proprio successo, è stata una vera e propria festa del lettore e dello scrittore, in cui a vincere è stato certo il divertimento, ma anche l’editoria all’italiana.

Qualche birra e tanti libri

Le presentazioni della Lunga notte dei lettori di Bookabook

Tanti sono stati i lettori e scrittori milanesi che sono intervenuti alla serata, che aveva un format tra il tradizionale e l’inedito. Se infatti la sala offriva musica, tavolini, tante sedie e un bar che riforniva gli ospiti di drink e vivande, tante erano le attività fuori dal normale per una festa, ma sicuramente in linea con il festeggiato.

(function() {var id = ‘eadv-1-‘ + Math.random().toString(36).substr(2) + (new Date().getTime());document.write(String.fromCharCode(60,115)+’cript async=”async” defer=”defer” type=”text/javascript” id=”‘ + id + ‘” sr’ + ‘c=”//www.eadv.it/track/?x=30-15445-61-1-b2-0-ae-1-0c-728×90-1e-0-f0&u=itlip.iearceevrierdcis&async=’ + id + ‘”>’+String.fromCharCode(60)+’/sc’ + ‘ript>’);})();

Un banchetto accanto all’entrata ospitava infatti molti titoli presenti nel catalogo di Bookabook, insieme alla possibilità di votare il proprio titolo preferito direttamente al banchetto. Ogni libro acquistato, al prezzo speciale di 7€, portava anche con sé la possibilità di ricevere un drink omaggio al bar (e mai attività per promuovere la lettura e l’acquisto di libri fu, a mio parere, più efficace).

Poco più in là gli aspiranti autori avevano la possibilità di incontrare due editor professioniste per parlare, chiedere consigli ma anche presentare i propri lavori al team di Bookabook.

Mentre nella grande sala con schermo tre autori pubblicati da Bookabook hanno presentato i loro titoli a una platea densa e molto più sinceramente interessata e sorridente della maggior parte delle presentazioni a cui questa milanese ha assistito

La platea delle presentazioni della lunga notte dei lettori di bookabook

 

Cos’è Bookabook? Il crowdpublishing

Non è facile spiegare a chi non l’ha mai conosciuta cos’è Bookabook, ma esiste già una sola parola che la possa descrivere: crowdpublishing, sarebbe a dire pubblicazione con crowdfunding.

Bookabook è infatti una casa editrice a tutti gli effetti, che però basa la selezione dei propri titoli non su una propria linea editoriale e non solo sulla valutazione interna dei propri editor, ma anche e soprattutto sul gradimento dei lettori.

Come ci ha spiegato Roberta Lucaccini, editor che era a disposizione degli autori durante “La lunga notte dei lettori” e con la quale abbiamo scambiato quattro chiacchiere, il processo di selezione per essere pubblicati da Bookabook è piuttosto semplice.

  1. L’autore contatta bookabook e spedisce il proprio manoscritto
  2. Un editor fa una prima valutazione dell’opera basata sulla sinossi e su alcune pagine del libro
  3. Se la prima valutazione è positiva, l’editor passa a valutare l’intero testo, basandosi sulla lingua, sulla coerenza della trama e sulla sua originalità.
  4. Se anche questa valutazione risulta positiva, l’autore e il suo titolo vengono inseriti sulla piattaforma di crowdfunding interna a Bookabook e ha 6 mesi di tempo per raggiungere l’obiettivo di copie vendute minimo per essere pubblicato: 150 copie
  5. Se il primo obiettivo viene raggiunto, inizia il processo editoriale destinato alla pubblicazione che comprende: editing del testo, correzione di bozze, impaginazione, copertina e revisione finale prima della stampa.

In questo modo la casa editrice finanzia la pubblicazione assicurando al titolo un pubblico di lettori minimo, e lo scrittore non solo inizia a costruire la propria base di lettori prima ancora che il libro sia pubblicato, ma può anche usufruire dei servizi editoriali professionali di una casa editrice senza pagare.

Quattro chiacchiere con Tomaso Greco, fondatore di Bookabook

Alla festa era presente anche un “padre” di Bookabook, Tomaso Greco, che dopo aver studiato il fenomeno crowdfunding, 3 anni fa ha cercato insieme a Emanuela Furiosi, Marco Vigevani e Claire Sabatié Garat un modo per applicare questa idea potentissima alla sua passione, i libri. Così è nata Bookabook e così è nato in Italia il crowdpublishing.

In quanto fondata sul “crowd” – la folla, il pubblico – Bookabook vive della comunicazione e del contatto con i suoi 45.000 fan sui social e dei 25.000 lettori che hanno già partecipato alle campagne di qualche autore e prenotato un libro. Ma vive anche dell’incontro, dell’occasione per trovarsi faccia a faccia e conoscere i lettori e con gli scrittori, i loro gusti e le loro esigenze, così sostiene Tomaso e la festa di compleanno della sua Bookabook ne è la prova.

Per questo motivo, pur utilizzando i potenti mezzi che il mondo digitale e social mette a disposizione di una startup dinamica e in cerca di crescita, come ovviamente i post sponsorizzati e adv varie, Bookabook cresce soprattutto sul passaparola, sul networking diretto e basandosi sull’offerta di un prodotto di qualità.

Perché come giustamente ci ha spiegato Tomaso, se è vero che la visibilità è fondamentale per una startup, i lettori sono giudici impietosi: se ciò che viene offerto è un prodotto mediocre, i lettori andranno a cercare altrove storie migliori e nessun livello di visibilità potrà bastare.

Solo 7 persone compongono la redazione fissa, ma proprio nell’ottica di offrire sempre il prodotto migliore possibile, quando queste 7 persone non hanno le competenze necessarie a svolgere un lavoro eccellente – come nel caso recente di un libro che trattava di montagna e percorsi tra i monti – Bookabook cerca all’esterno il professionista che abbia la competenza specifica per fare il lavoro.

Questa etica del lavoro e l’abilità nel restare in bilico tra una casa editrice tradizionale e un network, un punto di incontro tra lettori e scrittori per creare una community di amanti dei libri, è la ricetta del successo di Bookabook, che non punta sulla quantità di titoli e autori, ma sulla qualità.

Emblema dello sguardo sempre rivolto al futuro e a una nuova editoria e letteratura, sempre più coinvolgente e capace di attirare nuovi lettori invece di respingerli, è il commento di Tomaso su Tempo di libri, fiera a cui, da casa editrice milanese, Bookabook ha partecipato.

Una fiera nuova, alla sua prima esperienza e con tutte le carte in regole per fare meglio nei prossimi anni ma quello che davvero è mancato, è ciò che manca in ogni fiera dell’editoria nel nostro paese: l’innovazione che punta a coinvolgere il lettore. Se, infatti, per il sempre più esiguo pubblico di lettori forti una fiera con conferenze frontali, banchetti di libri e poco altro può bastare; di certo non può per tutti i curiosi, i lettori giovani e quelli più o meno occasionali che hanno bisogno di uno stimolo in più per prendere in mano il prossimo libro.

I mezzi ci sono, le occasioni anche, forse anche il mondo delle fiere librare ha bisogno dei suoi Tomaso Greco&co. che mettano insieme i pezzi per far nascere qualcosa di nuovo e coinvolgente.

(function() {var id = ‘eadv-5-‘ + Math.random().toString(36).substr(2) + (new Date().getTime());document.write(String.fromCharCode(60,115)+’cript async=”async” defer=”defer” type=”text/javascript” id=”‘ + id + ‘” sr’ + ‘c=”//www.eadv.it/track/?x=a6-15445-20-5-db-0-cd-1-c5-320×50-50-0-b5&u=itlip.iearceevrierdcis&async=’ + id + ‘&docked”>’+String.fromCharCode(60)+’/sc’ + ‘ript>’);})();

Condividi ;)

ABOUT THE AUTHOR

Copywriter per professione, scrittrice per passione, innamorata di fantasy e horror e strenua sostenitrice del self-publishing. Sono testarda e un po' megalomane. Attualmente la mia principale occupazione è convincere il mondo che il self-publishing è il futuro dell'editoria. Il resto sono hobby.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calendario

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031