Intervista a Francesca Giuliani

blog letterario

blog letterario

Francesca Giuliani è blogger letteraria ed editor. Oggi racconta al Piacere di Scrivere la realtà del blogging letterario secondo la sua quotidiana esperienza. Grazie per essere con noi.
Francesca Giuliani

1) Come nasce “Non riesco a saziarmi di libri” e perché questo nome?

Non riesco a saziarmi di libri nasce come approdo dopo un’esperienza con un altro portale letterario, da cui me ne sono andata per divergenze col capo.

Qui il capo sono io, quindi dovrei andare d’accordo con me stessa! Scherzi a parte, ho impiegato molti mesi sulle varie idee per far nascere qualcosa di mio, un blog in cui sia io che i miei (tanti) collaboratori potevamo lavorare nella massima serenità e serietà.

Il nome è una citazione da un’epistola di Francesco Petrarca; mi è piaciuta e l’ho fatta mia alla prima lettura!

2) Tu offri anche servizi editoriali. Puoi dirci, dal tuo punto di vista, cosa ci fa capire che abbiamo di fronte un professionista?

Innanzitutto richiedete il curriculum; a chi me ne fa richiesta sono sempre ben disposta a farlo leggere. Il secondo passo è la professionalità: un editor, nel mio caso, è degno di chiamarsi tale se passa tanto tempo sul testo, nella prima lettura, nel fulcro del lavoro, nella revisione principale e in quelle che seguiranno.

3) Da blogger, tu fai anche recensioni sul tuo blog. Hai preferenze di genere? Quale approccio deve avere un autore che voglia una tua recensione?

Il testo deve essere editato, su questo non ci piove. Se l’autore è un emergente autopubblicato oppure è approdato alla Mondadori per me non fa differenza: tutti sono trattati allo stesso modo. Se un libro non mi piace lo dico, se mi piace cerco di fare tutto il possibile offrendomi per presentazioni, interviste e altro.

wordpress e seo
Photocredit Hosting Talk

4) Ora, una domandina lato SEO: su quale piattaforma hai deciso di inserirti e perché?

Quando lavoravo nella precedente struttura il mio ex capo mi aveva dato alcune indicazioni sul SEO, cosa che però non mi ha fatto certamente diventare un genio dell’informatica. Io uso WordPress perché mi piace e risulta di facile utilizzo anche ai miei collaboratori.

5) Secondo te, qual è la maggiore differenza tra scrittura online e scrittura letteratura? Quali invece i punti in comune?

La scrittura online e quella letteraria sono due mondi totalmente diversi, a mio avviso. Un autore che scrive sul web scrive diversamente il suo testo. I contenuti possono essere in comune, questo sì, ma la sintassi e le scelte grammaticali variano di molto.

libri
Photocredit: Libri e Sorrisi

Hai partecipato all’iniziativa del blogtour di Barbara Nalin per il testo “Nella tela del tempo”. E’ la tua prima esperienza di blogtour? Come valuteresti lo strumento finora?

Avevo partecipato a un blogtour circa un anno fa, ma non mi era piaciuto il modo in cui era stato fatto: l’autrice, che gestiva il tutto, ci ha obbligati a scrivere articoli promozionali scritti da lei, che poi ho dovuto editare perché contenenti anche strafalcioni.

Nel caso de “Nella tela del tempo” il discorso è stato totalmente diverso: non solo ho potuto dare sfogo al mio estro letterario scrivendo la recensione che volevo io, e che il libro indubbiamente meritava, ma non mi è stato imposto nulla. Credo che nel mondo d’oggi, soprattutto nella sezione editoriale, sia importante trovare qualcuno che non imponga il proprio pensiero ma che lasci esprimere anche gli altri.

Se usato bene un blogtour può portare a grandi risultati, con numeri di visualizzazioni e di acquisti alti, ma se è fatto male può essere controproducente.

image_pdfimage_print

ABOUT THE AUTHOR

Annarita Faggioni

Founder e direttrice del progetto Il Piacere di Scrivere, copywriter e scrittrice.

Commenta

Calendario

dicembre: 2016
L M M G V S D
« Nov    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: