Intervista ad Antonio Lanzetta

il buio dentro

Antonio Lanzetta, salernitano, classe 1981. Ha all’attivo cinque libri di cui l’ultimo, Il buio dentro, edito per La Corte Editore, uscito nel 2016. È un thriller avvincente, ambientato in un paesino di fantasia ubicato nella provincia di Salerno. Abbiamo parlato di questo, e di altro, nell’intervista che segue.

Antonio Lanzetta1) Ciao Antonio, benvenuto! Presentati ai nostri lettori in 3 parole.

Ciao, sono un lettore, uno scrittore e un essere umano. Lettore perché senza libri dovrei limitarmi a vivere solo una vita, la mia… immaginate voi che palle! Scrittore perché è quello che faccio, racconto storie. Essere umano perché tutto ciò che siamo non può trascendere dal concetto di vita e dalla sua importanza.

2)Tu e io ci siamo conosciuti lo scorso Gennaio in occasione del Cavacon, dove Angelica Elisa Moranelli ti ha intervistato sul tuo ultimo libro, “Il buio dentro”. Come vedi questo connubio tra fiere del fumetto e mondo letterario? Qual è il tuo rapporto con tale realtà?

Ho un rapporto molto intenso con le fiere. Quando posso, cerco di seguire la mia casa editrice agli eventi sul territorio. Non solo Lucca Comics o il Salone Internazionale del Libro di Torino. Essere in fiere vuol dire conoscere i lettori, stringere loro la mano, scambiare quattro chiacchiere e lasciare una dedica al libro che hanno appena acquistato. I lettori sono la forza di un autore emergente: bisogna conoscerli di persona e farsi conoscere. Quella delle fiere è l’occasione migliore, molto più delle presentazioni.

3)All’attivo hai cinque romanzi, tutti pubblicati da piccole case editrici, il che lascia pensare che tu preferisca questa soluzione. Perché non il self-publishing?

Sebbene rispetti gli autori che pubblicano in self, non sono un sostenitore di questa soluzione per due motivi:

A) Non amo gli ebook, per me il libro è uno e odora di pagine fresche di stampa. Amo troppo girare tra gli scaffali delle librerie per ridurre la scelta di una lettura a un semplice download.

B) È possibile che il futuro dell’editoria sia rappresentato dal self ma, finché dura, io voglio utilizzare i canali tradizionali, arrivare ai lettori alla vecchia maniera. Sono un nostalgico.



il buio dentro4)Quanto ha aiutato il rapporto con la casa editrice per la promozione delle tue opere?

La casa editrice è tutto. La Corte Editore pubblica narrativa di ottima qualità, ha distribuzione nazionale ed è a tutte le fiere.

5)Nei tuoi libri hai spaziato tra vari generi, approdando ora al thriller. È stata più dura scriverne, rispetto alla narrazione fantasy?

È un linguaggio e una struttura diversa. Il thriller gioca su altri elementi narrativi, quindi è sicuramente più complesso da scrivere. Una sfida! Nella vita si deve saper rischiare.

6)Un thriller ambientato nella provincia di Salerno. Come nasce l’idea?

La provincia di Salerno è il posto ideale per parlare del Male. C’è il giusto contrasto tra la bellezza della natura, la nostra storia e la gente. Cercavo un’ambientazione di provincia che conoscessi bene, un po’ come il Maine di Stephen King o il Texas di Joe R. Lansdale.

7)Quali problemi hai riscontrato nel corso della narrazione?

Il tempo. Non essendo uno scrittore a tempo pieno, ti capita di trovarti altrove, di vivere la tua “prima vita” e pensare al romanzo che hai in testa e che non riesci a scrivere, perché sei a lavoro. Può essere frustrante, ma alla fine ci fai l’abitudine e riesci a convivere con il tempo e con il fatto che sia davvero un bastardo.

8)Quale genere letterario preferisci e qual è il prossimo con cui vorresti cimentarti?

Sono un lettore abbastanza onnivoro. Amo i libri di formazione, le storie che raccontano il cambiamento, il modo in cui i personaggi superano gli ostacoli e, giusto per non essere fuori tema, è lo stesso genere di storie che amo scrivere. Attualmente, sto lavorando al seguito de “Il Buio Dentro” che sarà in libreria nel 2018.



image_pdfimage_print

ABOUT THE AUTHOR

Vice direttore de Il Piacere di Scrivere, fa dell'ironia e del sarcasmo un'arma letale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calendario

aprile: 2017
L M M G V S D
« Mar    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930