Il metodo definitivo per pubblicare il tuo libro best seller con Mondazzoli e Co.

come pubblicare un libro

Se il tuo sogno è di pubblicare con una grande casa editrice, che faccia tutto da sola e non ti chieda nulla, che ti dia una valanga di soldi all’anno come diritto d’autore e ti faccia entrare nei salotti bene della televisione per dare spazio a 5 secondi del tuo libro, ho alcuni suggerimenti per te.
Se vuoi il successo facile scrivendo un best seller semplice da vendere, sappi che ti sei trovato nel momento migliore per essere il Federico Moccia del futuro. Le grandi realtà editoriali si sono rese conto di essere in perdita e alcune hanno già iniziato le manovre di dismissione, eliminando le consulenze delle agenzie letterarie. Poco male, visto che i contributi pubblici, fortunatamente, non mancano nella maggior parte delle grandi testate, che possono “controllare” al meglio l’opinione pubblica dove serve.

Non ci sono soldi per gli “imprevisti”, ovvero per i libri che abbiano un congiuntivo o che implichino una riflessione profonda: non vendono e sicuramente lo sforzo del lettore sarebbe immane. Difficile, poi, promuovere qualcosa che non si può percepire immediatamente. Bisogna agire di pancia, scrivere di pancia e usare sentimentalismi condivisibili in qualsiasi circostanza, “Perché dall’Africa agli Stati Uniti, chi si arrabbia si arrabbia sempre allo stesso modo” (liberamente tratta da un’intervista rilasciata al TG1 tempo fa da Nicholas Sparks, ovviamente il buon Nicholas lo diceva in positivo, almeno così voglio sperare n.d.r.).

Il tuo secondo obiettivo sarà essere ovunque: scegli le maggiori piattaforme di scrittura creativa internazionale e crea contenuti virali. Le condivisioni e le view fanno girare il mondo, poco importa se autogenerate con chissà quale tool, leccando a questo o a quel collega su Wattpad, oppure sponsorizzando di massa regalando tanti bei soldini al signor Mark, oppure creando/spammando gruppi improbabili.

Ricorda che chiedere a una casa editrice di pubblicarti è come chiedere un prestito in banca: devi dimostrare di avere lettori, di avere una tua nicchia. Insomma, che non hai bisogno di nessuno, ma che odi il self-publishing e che, di conseguenza, saresti ben felice di regalare soldi a qualcun altro, magari abbastanza imponente da regalarti un centimetro di vetrina un po’ ovunque. Per altri suggerimenti, ti invito a leggere l’articolo di Wired da parte di un tizio che non ho mai sentito.

Attenzione, però, il tuo personaggio autore non deve essere completo, in modo da poter essere manipolabile in base alle ricerche di mercato. Anche il tuo stile non dovrebbe essere troppo sofisticato, anzi, devi essere una bozza, abbastanza flessibile se le circostanze dovessero richiederlo. Se l’editor te lo chiede, devi essere comprensivo: uccidi pure un personaggio che non risponde al target e vedrai che il tuo romanzo sarà un sicuro best seller. Se sei disponibile, le porte di Mondazzoli e Co. sono aperte.

Solo un piacere, non a me, a chi legge. Sappiate solo una cosa: non siete scrittori… Voi.





image_pdfimage_print

ABOUT THE AUTHOR

Annarita Faggioni

Founder e direttrice del progetto Il Piacere di Scrivere, copywriter e scrittrice.

3 comments on “Il metodo definitivo per pubblicare il tuo libro best seller con Mondazzoli e Co.”

  1. rosaria

    credo proprio che tu abbia ragione…anzi, leva il congiuntivo: Hai ragione! 😀

    • Annarita Faggioni
      Annarita Faggioni

      Grazie Rosaria, anche se, ti dirò la verità, avrei preferito avere torto e scoprire che certe brutture non esistono.

      • rosaria

        anch’io, ma le brutture stanno avendo la meglio…in molti campi, ormai …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calendario

aprile: 2017
L M M G V S D
« Mar    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930