Guida ai fantasmi di Italia. Dove cercarli e trovarli [libro]

guida ai fantasmi d'italia

Guida ai fantasmi d’Italia. Dove cercarli e trovarli è un libro recentemente pubblicato da Odoya. Si tratta di un excursus tra i fantasmi di Italia, descritti città per città e regione per regione, grazie al quale il lettore potrà percorrere un vero e proprio itinerario alla scoperta delle strane presenze che, per tradizione, si manifestano con modalità diverse dopo la mezzanotte. Nel libro, sono illustrate non solo le storie di “fantasmi illustri” ma anche di antichi palazzi , castelli ed edifici, al cui interno si sono verificate strane vicende, che hanno coinvolto nobili personaggi e non in intrighi di amore, guerra e… sangue.

Le leggende sui fantasmi, che possiamo trovare in questa guida, riguardano le principali città italiane, Napoli, Torino, ma anche Roma e Rimini, tra le altre. Per chi volesse visitare tutte le città comprese in questo insolito itinerario turistico Napoli –Torino, la soluzione migliore è quella di spostarsi tra le città in treno: sul sito sfrecciando.it si potranno trovare le tariffe più vantaggiose, approfittando anche di comodi abbinamenti treno più hotel, che consentono ampi margini di risparmio.

guida ai fantasmi d'italiaLe più celebri leggende di fantasmi. Una delle storie più popolari che riguarda la città di Napoli è quella del cosiddetto “Fantasma degli Avvocati”. La leggenda riguarda Giuditta Guastamacchia, che, nel XVIII, fu giustiziata per aver ucciso il marito: si narra che da allora, ogni 19 aprile, anniversario della sua morte, la donna torni a manifestarsi tra le stanze di Castel Capuano. Famosa è, tra le altre, anche la storia di Maria d’Avalos e del suo amante Fabrizio Carafa d’Andria: secondo la leggenda, il geloso marito della donna, Carlo Gesualdo, avrebbe murato viva la coppia di adulteri, nel Palazzo Sansevero, nel 1590.

A Roma invece la leggenda più diffusa è quella del fantasma di Messalina al Colosseo. Si racconta che la giovane Messalina, appena quattordicenne, fu costretta a sposare il parente della madre Claudio, a causa di un capriccio dell’imperatore Caligola. La donna svolse però una vita dissoluta che condusse il marito a farla giustiziare: da allora , lo spirito della donna non avrebbe smesso di vagare tra il Colosseo e i Fori imperiali.

A Rimini si tramanda invece la storia di Azzurrina, bambina scomparsa misteriosamente nel XIV secolo. Il suo nome era in realtà Guendalina ed era una bambina albina, segregata dai genitori nel castello in cui viveva, per proteggerla da eventuali atti di stregoneria; a questo proposito, la mamma le tinse anche i capelli di nero ma, come risultato, uscì fuori una particolare tinta di azzurro, da cui il soprannome della bimba. La bimba sarebbe scomparsa nel nulla, mentre stava giocando, da allora, ogni cinque anni, nel solstizio d’estate, si sentirebbero nel castello lamenti inquietanti. A Torino, infine, uno dei fantasmi più celebri è quello di Elena Matilde Provana, nobildonna che si suicidò dopo che, per problemi di dote, il padre ne aveva annullato le nozze con il marchese Falletti e il cui fantasma vaga da allora tra le stanze di Palazzo Barolo. Palazzo Madama sarebbe invece teatro del vagabondare di un’altra donna, Madama Cristina, festosa e sensuale, amante delle feste e della vita sregolata, che si dice usasse sbarazzarsi dei suoi numerosi amanti gettandoli nel Po.

Il libro si trova su Amazon e in tutte le librerie.

Condividi ;)

ABOUT THE AUTHOR

La Redazione

La Redazione scova le migliori notizie da scrivere sul Magazine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calendario

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031