Ritorno alla Fabbri… Con qualche ma

fabbri editore pubblica il piacere di scrivere

fabbri editore pubblica il piacere di scrivereIl Piacere di Scrivere è tornato in edicola, nel numero 14 di SCRIVERE di Fabbri Editore. Nel ringraziare quanti hanno sempre creduto nel blog, ecco perché Il Piacere di Scrivere non parteciperà a iniziative analoghe.

Il primo step è l’autore

Se lavoriamo online come blog letterari, progetti di scrittura creativa, agenzie, case editrici, freelance, ecc., ecc. l’autore deve essere il centro della nostra filosofia, il centro della nostra azione. Un autore per prima cosa vuole migliorare e farsi conoscere, in seconda battuta viene tutto il resto.

Ora, un progetto che perde di vista questo punto fondamentale per altri motivi (sponsorizzazione o altro) è un progetto che penalizza l’autore in quanto tale.

Un autore che si vede penalizzato nonostante i risultati ottenuti, che non compare nemmeno inserito nelle iniziative e che non ha informazioni (pur chiedendole ripetutamente) non può che provare astio con chi sembra essere “favorito” in qualche modo.

Una mancanza di trasparenza con cui Il Piacere di Scrivere non vuole averci a che fare.

Il secondo step è una piattaforma adeguata

Tutti i webcosi di varia natura hanno modificato i propri siti/blog: come minimo è stato messo un tema responsive che permettesse all’utente di vedere a grandi linee il sito da dispositivi mobili. Parimenti tutti sono a conoscenza che quando gli utenti raggiungono le migliaia al giorno, la piattaforma va messa in sicurezza (anche affrontandone i costi).

Una piattaforma dovrebbe prima concludere un’iniziativa e secondariamente proporre un’altra, per evitare confusioni tra gli utenti stessi, mentre i social network dovrebbero essere utilizzati come servizio di customer care, e non come informazione pubblicitaria gratuita da retweettare ogni tanto.

Il terzo step è imparare dal case study

Non siamo qui a giudicare quanti avrebbero dovuto prendere provvedimenti e non l’hanno fatto. In ogni caso, ci tengo a fare le dovute distinzioni, raccontando semplicemente un’esperienza che come blog non vogliamo ripetere, in quanto ci ha danneggiato.

1) Vanno in gara due storie, una di “ex vincitori” e una di utenti che non avevano potuto partecipare alla competizione precedente.

2) Da subito, la  storia degli ex vincitori viene tagliata fuori dai primi 10 pur avendone i requisiti e l’altra non compare nella ricerca. Ci accorgiamo anche che altre storie vengono penalizzate, pur avendone i requisiti (come il racconto sulla Norvegia).

3) A più riprese su Twitter si chiede di aggiornare e di risolvere i problemi nella piattaforma. Nello stesso periodo un’altra iniziativa precedente comincia a creare dissidi all’interno della Rete.

4) Nessuna risposta, finché casualmente scopro la pubblicazione di un articolo dove gli  ex vincitori si pongono settimi, mentre ancora gli utenti della piattaforma sono convinti che si possa ancora votare.

5) Pubblicazione per il 14 Aprile, ah no. Scopriamo anche qui che la pubblicazione è stata spostata con 10 giorni di anticipo.

A oggi nessuno ci ha mai contattati per dare spiegazioni, mentre molti autori della piattaforma hanno pensato che Il Piacere di Scrivere fosse contro di loro. Quindi, non mi chiedete di partecipare ad altre iniziative a nome del blog.

image_pdfimage_print

ABOUT THE AUTHOR

Annarita Faggioni

Founder e direttrice del progetto Il Piacere di Scrivere, copywriter e scrittrice.

Commenta

Calendario

dicembre: 2016
L M M G V S D
« Nov    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: