DRM, Watermark e come proteggere il tuo e-book

drm

English Version

Case editrici, self-publishers e distributori prima o poi si chiedono come proteggere un libro pubblicato in e-book. Il file si scarica facilmente subito dopo l’acquisto e il rischio è che qualcuno possa creare delle copie pirata, senza rispettare i diritti delle persone che hanno contribuito a realizzare quel testo. Oggi parliamo dei maggiori strumenti per proteggere un e-book, partendo dal DRM.

Cos’è il DRM e come funziona

DRM sta per Digital Rights Management. Si tratta di un sistema che consente di rintracciare il numero dei download per acquisto. Se nel cartaceo, il lettore riceve una sola copia del libro, l’e-book protetto dal DRM si può scaricare fino a sei volte. Il DRM può essere di due tipi: Adobe e social.

Il DRM di Adobe

Per leggere un e-book appena acquistato il DRM Adobe ti chiede di registrarti sul sito dedicato, inserendo i tuoi dati personali. Alla fine, riceverai sulla tua e-mail un ID Adobe, da usare per poter leggere il tuo e-book. Una volta scaricato l’e-book per quel numero di volte, non potrai più scaricarlo se perdi il file, anche se hai comprato il libro! Il DRM di Adobe è gratuito per chi decide di proteggere così il proprio libro.

drm

Il Social DRM o Watermark

Il social DRM o Watermark è più semplice: quando acquisti un e-book, sulla tua copia vengono inseriti alcuni dati (il tuo nome e cognome, per esempio), così i distributori possono tracciare le copie vendute. Il Watermark non consente al lettore di regalare la sua copia a un’altra persona dopo aver letto il libro (per farlo, dovresti acquistare una seconda copia indicando il nome e cognome dell’amico che riceverà il tuo regalo).

Il Social DRM si usa spesso per le recensioni: l’autore riesce così a vedere quali sono le copie del suo libro usate per la promozione e quali blogger sono stati contattati.

Un plugin WordPress per proteggere il tuo e-book

Per le case editrici o per chi, in generale, vende e-books dal proprio sito in WordPress, potrebbe essere utile il plugin Premium WP PDF Stamper Plugin. Il plugin è compatibile con Woocommerce e il suo compito è inserire il Watermark nel pié di pagina di ogni e-book venduto. In questo spazio, il plugin indica i dati personali del lettore e la mail usata per acquistare il file.

Quando non preoccuparsi

E’ un po’ difficile che qualcuno possa far circolare delle copie pirata di un e-book dal prezzo inferiore a un Euro. Stesso discorso vale per qualsiasi testo che sia di bassa qualità. Proteggere un e-book con il DRM non serve nemmeno se il testo è ottimo e ha un buon rapporto qualità/prezzo. Il lettore sceglie quel libro se gli piace e, se lo dovesse passare a un amico, sarebbe tutta pubblicità per chi ha realizzato l’e-book.

Significa che non è necessario proteggere l’e-book? No, significa solo che hai un’occasione in più per evitare che il lettore scappi via dal tuo libro!

Alternative al DRM

Anche chi lavora nell’editoria deve proteggersi, ma ci sono altri strumenti che si possono usare. Per esempio, si può fare una copia digitale di sicurezza. Questo procedimento si chiama ”marcatura temporale” : basta depositare una copia dell’e-book presso terzi prima di diffonderlo in Rete.

Con la marcatura, si salva anche la firma digitale di chi lo deposita, con data e ora del deposito. Nessun lettore si deve registrare e la marcatura ha valore legale (almeno per l’Italia). Per i miei libri, ho utilizzato questo sistema e, fino a oggi, non ho avuto particolari sorprese. Oltre alla marcatura, ricordo che in Italia c’è la legge sul diritto digitale: se scopri una copia pirata, potete denunciare l’accaduto a chi di dovere.

Un ringraziamento speciale ad Alessia Malachiti e Federica Piacentini, senza le quali questo articolo non sarebbe stato possibile.

Commenta sui social

image_pdfimage_print

ABOUT THE AUTHOR

Annarita Faggioni

Founder e direttrice del progetto Il Piacere di Scrivere, copywriter e scrittrice.

Calendario

dicembre: 2016
L M M G V S D
« Nov    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: