Crowdfunding letterario: la terza via tra editoria e self-publishing

C’era una volta, e forse c’è ancora, la vecchia cara editoria. Un periodo idilliaco, sogno di tutti noi aspiranti autori che ci barcameniamo tra lavoro, famiglia e vita sociale. Per chi ce l’ha.
Quindi venne il Self Publishing, la rivoluzione copernicana. Pur avendo aperto le porte della pubblicazione a chiunque sapesse usare Word (o la penna), ha anche fatto emergere un problema: il canale di distribuzione non basta.

daniele savi
Daniele Savi

Il Self di qualità richiede investimenti, in termini di lavoro, tempo e soldi. Arrivato al terzo romanzo e volendo raggiungere un livello più professionale, mi sono chiesto cosa fare, visto che il vil denaro scarseggia nelle mie tasche. Grazie a una coincidenza, come sempre, ho deciso di imbarcarmi in una terza via, quella del crowdfunding letterario. Dopo essermi consultato con amici e conoscenti che avevano già intrapreso questo percorso, la scelta è caduta sulla piattaforma Bookabook.

Il funzionamento è molto semplice: dopo una selezione dell’idea e del testo, se l’esito è positivo Bookabook avvia una campagna di massimo sei mesi, durante la quale l’autore deve raccogliere almeno 150 preordini. Raggiunta questa soglia il libro viene editato da professionisti e pubblicato in forma cartacea e digitale. Successivamente alla data di pubblicazione ci sono altri quattro mesi per i cosiddetti “overgoal”, cioè obiettivi di vendita che permettono di ricevere ulteriori servizi (ufficio stampa dedicato, organizzazione di eventi, etc…). Bookabook si finanzia con il ricavato delle vendite, riconoscendo una quota di diritti d’autore, come una casa editrice tradizionale.

Sarebbe ingenuo, ovviamente, pensare che basti questo per diventare il nuovo bestseller internazionale.
I motivi che mi hanno fatto propendere per questa scelta sono tre.
la teoria del tutto1) Opportunità: se anche, una volta superata con successo la campagna, il supporto di Bookabook non dovesse essere decisivo per le vendite, avrei comunque in mano un prodotto migliore rispetto a quanto potrei fare editandomelo da solo e facendolo leggere a qualche beta lettore. Se invece le cose dovessero andare bene, avrei accesso a servizi che pensare di avere in self-publishing richiede vasta immaginazione.
2) Esperienza: a prescindere dal dopo, quello che sto imparando durante queste settimane di campagna ha un valore incommensurabile. Nuovi contatti, dubbi da risolvere, tecniche da imparare. Riscoprire vecchie amicizie lasciate andare (per un motivo un po’ meschino, ma che importa?). Certo, un lavoro che avrei potuto compiere anche con il self-publishing, ma avere una scadenza, un obiettivo fermo e ambizioso per me è uno sprone a mettermi in gioco.
3) Comunità: Bookabook ha una community interna di autori molto vivace, dove ci si scambiano idee, opinioni, ed esperienze, alla quale partecipa attivamente anche lo staff della casa editrice. Certo, siamo noi a determinare il nostro successo, ma ci si sente meno soli.

Dopo un mese di campagna, posso dire che il divertimento supera di gran lunga la fatica delle tante mail scritte, gli articoli pubblicati, i contenuti da inventare per i social, i nuovi contatti da instaurare.

A proposito, volete conoscere il motivo di tanto impegno? Eccovi la sinossi del mio romanzo, che si intitola La Teoria del Tutto, ed è un’avventura fantastica ambientata a Milano.

Da anni i nostri scienziati sono in cerca del Santo Graal della fisica: La Teoria del Tutto, che spieghi qualsiasi fenomeno attraverso una semplice ed elegante equazione, dalle piccole particelle fondamentali fino ai misteriosi buchi neri.
E se il segreto dell’Universo fosse sempre stato nelle mani degli Scrittori? Preparatevi a viaggiare insieme a Luca, giovane autore milanese, e ai suoi amici Chiara e Callum. Vi porteranno con loro in un’avventura attraverso l’immaginazione, per scoprire cosa davvero «move il Sole e l’altre stelle».

Volete viaggiare con me tra le vie della mia città, alla scoperta dei segreti dell’Universo? Si parte subito, dal binario della fantasia.

Condividi ;)

ABOUT THE AUTHOR

Nato nel secolo scorso, dai favolosi anni '80 cammino attraverso la realtà rubandone ogni tanto un pezzetto, per trasformarlo in mondi e sogni. Ho scritto diversi racconti e qualche romanzo, e mi occupo di creatività in varie forme, parole, immagini e video. Mi manca solo di saper cantare. Amo mettermi in gioco, e ho accettato la sfida dell'associazione ReAgire, che ha l'ambizione di creare nuove opportunità d'impiego accompagnando in un viaggio comune lavoratori e disoccupati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calendario

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031