Il blog che tutti gli autori sognano e che nessuno vorrebbe vedere

blogging di nicchia


blogging di nicchia
Il blogging di nicchia è un’arte raffinata e spesso non è possibile accontentare tutte le richieste. L’utente non ha sempre ragione e, di fronte a certe idee, mi sono chiesta perché vivo ancora su questo pianeta.

Recensioni gratis più volte al giorno

In un precedente post spiegavo come valutare una proposta di recensione a pagamento. Ora, ognuno ha la sua idea sulle recensioni: per me dovrebbero essere gratuite, soprattutto se il blog non offre la visibilità che millanta.

Detto questo, cosa sarebbe un blog pieno di recensioni, magari degli autori stessi per non far perdere loro tempo e magari gratuite? I rischi sono tre:

1) Contenuti duplicati. L’autore inserisce una recensione, probabilmente il testo in quarta di copertina, tanto “Alla fine la trama è quella”. Il risultato è che l’autore diffonde nella Rete contenuti identici, per di più con target sbagliato: l’approccio di un lettore che trova il libro in libreria è diverso rispetto a una persona che cerca una recensione in Rete.

2) Contenuti di scarsa qualità. Meno di 300 parole, spesso sgrammaticati e senza senso, con solo la copertina del libro come immagine e almeno una decina di link. La leggeresti una cosa del genere?

3) Contenuti sempre uguali. Si tratta di testi dello stesso tipo, dove l’autore non sa cosa sia la SEO. Meno spazio per tutti, quindi meno occasione di “uscire fuori”: ovviamente, l’utente-lettore da un sito del genere se ne scappa.

Interviste su interviste

Al pari delle recensioni, anche le interviste devono seguire un po’ di regole se vogliono essere lette. L’intervista del tipo “Chi sei? Cosa fai? Voglio il tuo libro, dove lo compro?” non esistono più e se esistessero ancora sarebbero deleterie prima di tutto per l’autore.

null

Le risposte a queste domande diventano: la storia della propria vita, il curriculum vitae e ovviamente venti link agli store online (Google Libri no, per carità). Tutte cose che al lettore non interessano se non viene coinvolto.

L’intervista dovrebbe far emergere un tratto dell’autore che lo rende diverso dagli altri autori, quindi niente paura se qualche domanda è un po’ più complessa, riguarda sempre te! Infine, se l’intervista viene realizzata gratuitamente, non è obbligo del blogger dare spazio sempre e comunque.

Tentare nel mucchio mandando 100 e-mail a 100 bloggers, per poi non sapere dove sarà l’intervista e trovarsi spiazzati alla domanda “Come sei venuto a conoscenza del nostro sito?” non è scorretto, è demenziale. Ovviamente, la risposta: “E’ bello, è utile, ritorniamo a parlare dei fatti miei” lo è altrettanto.

Stesso discorso vale per l’autore che inserisce una poesia in un concorso e non sa chi sia l’organizzatore di quel concorso. Qui, oltre alla demenza, c’è un pericolo serio: se non so a chi sto mandando la mia lirica, chi mi dice che quella persona non la spacci per sua? “Ma no, è su Facebook!”

Io mi sento profondamente offeso dal tuo atteggiamento

Siamo in un Paese libero e ognuno può inserire nel proprio sito/blog quello che vuole, avendo come obiettivo primario solo chi legge. Atteggiamenti del tipo: “Mi aspettavo che mi citassi visto che seguo il tuo blog da tre anni”, oppure “Dimostrami che mi inserirai nel sito” quando non si crede in ciò che quel sito/blog fa è altrettanto demenziale e non lascia una bella immagine di sé.

blogging di nicchia

Come dovrebbe essere un vero blog per autori

Stiamo vivendo un periodo (il)letterario molto difficile. Ci avevano avvisati, ma ognuno ha la sua ricetta. Ai più non interessa tanto fare letteratura, ma fare spazio. Il vero blog letterario dovrebbe essere un grande selezionatore, per trovare nel mucchio degli autori esordienti (i quali spesso vanno alla “Mosca cieca”) un barlume di speranza per la letteratura italiana (nel bello e nel piccolo che si riesce a fare).

image_pdfimage_print

ABOUT THE AUTHOR

Annarita Faggioni

Founder e direttrice del progetto Il Piacere di Scrivere, copywriter e scrittrice.

Commenta

Calendario

dicembre: 2016
L M M G V S D
« Nov    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: