Blog tour errori da evitare

blog tour

blog tour

“Blog tour”: ne hai mai sentito parlare? E’ la forma più utilizzata per promuovere il tuo libro. E, a meno che tu non ti rivolga ad un consulente esperto nel campo editoriale, è gratis. Per questo è la forma di promozione che, da autore esordiente, puoi sbagliare con più facilità. Organizzare un blog tour sembra una cosa semplice a prima vista: cerchi su Google diversi blog che si occupano di libri e mandi loro il tuo libro, sperando che ne parlino in una recensione nel più breve tempo possibile. Ecco gli errori da evitare per promuovere il tuo libro con un blog tour.

5 modi per distruggere un blog tour

Partiamo dagli errori che potresti fare nel blog tour per promuovere il tuo libro online.

1) Cercare su Google con la keywords “libri”, “recensioni libri gratis”, ecc.; magari scegliendo tra i siti che sono più in alto nelle ricerche. Non cercare genericamente siti di libri, ma usa le giuste keywords: se sono un lettore che cerca libri di autori esordienti, cercherò “consigli sui libri”, oppure le classifiche di settore prima di acquistare. Infine, guarderò a blog che offrono più tipi di informazione (non solo recensioni, ma anche interviste, foto, commenti, ecc.). Essere i primi significa essere ben posizionati, ma non essere i primi in assoluto. Per il tuo blog tour, guarda alle condivisioni del blog, a quante persone commentano, a quali contenuti circonderanno la recensione del tuo libro. Che ne pensi?

2) Scrivere una e-mail con il tuo nome e cognome, il titolo del libro e una frase generica per la serie “Sono un giovane autore esordiente, ho tanti sogni, ho pubblicato questo libro e… Quando esce la mia recensione? Perché è gratis, vero?”. I blog ricevono centinaia di e-mail di autori esordienti che vogliono delle recensioni (assolutamente positive) sul proprio libro. Non darti stereotipi di nessun genere. E’ giusto dire chi sei e che cosa fai, il titolo del tuo libro, ecc.: forse copiare l’intera trama, le schede di valutazione di altri ed intimare recensioni positive non è proprio il biglietto da visita giusto…blog tour

3)  Inviare la stessa e-mail a tutti i blog trovati con un copia-incolla per iniziare il blog tour. “Prima o poi qualcuno risponderà…”, ma non ti ricorderai neanche chi. E quando lo farà. E come.

4) Verificare i risultati del blog tour in base ai “Mi piace” su Facebook e a quanti blog al giorno hanno parlato del tuo libro. Facebook non incide sulle ricerche, ti fa solo invidiare da  qualche amico che ci passa troppo tempo. Guarda le condivisioni su tutti i social, con riferimento soprattutto a Twitter e a Google Plus. E ricorda: per promuovere il tuo libro non devi avere 10 blog che ne parlano in un giorno con le stesse identiche parole. Il contenuto duplicato fa scendere di livello i blog e, conseguentemente, il tuo libro.

5) Inserire tutte le recensioni del blog tour in un’unica pagina bianca, magari con una lista di link. E’ la classica lista di siti amici: c’è solo quello che serve per cliccare. Inserisci una breve descrizione di ogni blog che ha parlato del tuo libro e di come ne ha parlato. Se hai un tuo blog, usa le recensioni nei tuoi post al momento giusto nel punto giusto: daranno valore aggiunto a quello che dici e al tuo libro.

Cosa ne pensi del blog tour?

Ti vengono in mente altri errori? Hai già usato un blog tour per promuovere il tuo libro? Com’è andata? Diccelo con un commento e vota questo post!

ABOUT THE AUTHOR

Annarita Faggioni

Founder del progetto Il Piacere di Scrivere, copywriter e scrittrice.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il Piacere di Scrivere Magazine

Il Piacere di Scrivere.it è un Web Journal ai sensi della Legge 103/2012 ed alla sentenza della Cassazione n. 23230/2012. Nello specifico, Il Piacere di Scrivere.it non è registrato ad alcun tribunale, poichè, come indicato dalla legge, l’informazione telematica di tipo “Free Press” non è tenuta ad eseguire alcun tipo di registrazione, fatta eccezione per le realtà on-line che intendono richiedere contributi statali o che abbiano introiti superiori ai 100.000 Euro. Il Piacere di Scrivere.it non richiede e non intende richiedere alcuna provvidenza o contributo per la realizzazione del Web Journal. Il progetto è dunque da considerarsi come un portale di notizie indipendente e “Free Press”, incentrato sulla letteratura e la cultura.

Contattaci

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio