Barbara Nalin “Nella tela del tempo”: il blogtour

nella tela del tempo

In un vecchio post parlavo dell’importanza di un blogtour e di come evitare errori. Oggi, ti propongo un case study direttamente preso dalla mia esperienza con Barbara Nalin, per il suo “Nella tela del tempo”.

Perché presento “Nella tela del tempo”

Tutto nasce da una mail che ricevo dall’autrice qualche settimana fa. Barbara Nalin si presenta, mi racconta la sua storia e mi chiede di organizzare il suo blogtour, perché, dall’articolo che ha letto, io so il fatto mio. La cosa giace per qualche giorno sulla mia scrivania: non avrei mai pensato di organizzare un blogtour, anche se quello che ho organizzato per I racconti depennati non era andato affatto male.

blogtour

Prima, però, era necessario organizzarsi: non si può realizzare un blogtour da soli e, ovviamente, non si può realizzare un blogtour per qualsiasi libro. D’altra parte, “Nella tela del tempo” non si può definire un libro “qualsiasi”, non fosse altro per la sua storia.

Ogni libro ha due storie

blogtourLe due storie sono: la storia che viene scritta e che i lettori possono apprezzare è la prima; mentre la seconda è come l’autore arrivi a quel risultato.

La vita sa essere più emozionante della fantasia e il caso di Barbara Nalin lo dimostra.

Partiamo dalla fantasia, ovvero dal libro: “Nella tela del tempo” è la storia di una giovane fotografa che eredita un mulino a vento. Il mulino nasconde la storia dei Cavalieri di Malta e di come questi si scontrarono con i saraceni nel 1565, tra sotterfugi e misteri.

Il parallelo tra epoche diverse è sempre un guaio per l’autore, che deve cercare di non disorientare il lettore: Barbara ci riesce narrando in terza persona e dando il giusto peso ai dettagli. Un fantasy storico, quindi, già interessante di suo.

La storia di Barbara Nalin

La storia di Barbara sa essere forse ancora più interessante: dopo l’esperienza con una piccola casa editrice, Barbara decide di seguire la tortuosa strada del self-publishing con Narcissus, affiancandosi da una coach. L’e-book viaggia così per diversi blog, tra cui Leggere a Colori, che ne fornisce questa recensione:

e il Corriere del Web, che fa questo riferimento:

“(…) è frutto di un grande studio svolto da Barbara Nalin, (…) nell’intento di fondere la storia ufficiale a quella che ancora oggi è ammantata di mistero.”

Dopo un paio di booktrailer che personalmente ritengo “discutibili” (prima o poi scriverò una guida sull’argomento), senza con questo voler offendere nessuno, Barbara arriva da me con un obiettivo preciso.

Voglio farmi conoscere

Ok, nel pazzo mondo editoriale lo vorremmo tutti, ma attenzione: tutti vogliono essere in tutte le librerie del mondo. Tutti vogliono vendere centinaia di migliaia di copie. Per Barbara è un po’ diverso: il suo “Voglio farmi conoscere” è quasi una ricerca di un posto nel mondo letterario.

Magari piccolo, ma suo. Un posto speciale dove i lettori possono specchiarsi. Un posto dove tessere il tempo. Come dirle di no?

I blog che aderiscono all’iniziativa

Abbiamo concluso tutte le tappe del blogtour e ci teniamo a ringraziare tutte le persone che hanno creduto in me e in Barbara Nalin per “Nella tela del tempo”.

Manuela Micheli con La Fonte Capricciosa
Non riesco a saziarmi di libri di Francesca Giuliani
Un Foglio di Storia di Fabio Spennagallo e Vincenzo Foliano
Miawords di Mila Orlando
Alpha & Beta servizi editoriali di Beatrice Verga
Daily Green (testata giornalistica): ringraziamo per la sezione cultura Simone Morichini
Word in Progress di Valentina Bertani

Per aderire all’iniziativa e dove trovare il libro

“Nella tela del tempo” è disponibile su Google Play. Chi volesse comunque aderire, può contattarmi alla mail ilpiacerediscrivere@gmail.com con oggetto: “Blogtour Barbara”.

image_pdfimage_print

ABOUT THE AUTHOR

Annarita Faggioni

Founder e direttrice del progetto Il Piacere di Scrivere, copywriter e scrittrice.

Commenta

Calendario

dicembre: 2016
L M M G V S D
« Nov    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: