Autore esordiente o emergente: quanto ti trovi in questa definizione?

autore emergente o esordiente Autore esordiente o emergente: quanto ti trovi in questa definizione? Solo un’etichetta, oppure una vera e propria categoria di autori?

Chi è l’autore esordiente o emergente?

Anzitutto parlare di un autore esordiente o emergente non è al 100% la stessa cosa. Puntando il dito sull’autore esordiente, si dà più importanza al fatto che quella persona sia scrivendo da poco e che forse non ha pubblicato nemmeno il primo libro (o ancora forse ne ha pubblicato solo uno). Insomma, si tratta di un autore agli inizi, che sta cercando ancora di affinare il suo stile e che muove i primi passi nel mondo letterario.
Il rischio della definizione di autore esordiente è però dietro l’angolo, soprattutto se si considerano i grandi scrittori della letteratura italiana ed estera. Non mi verrete a dire che Emily Brontë era un’autrice esordiente (oppure lo sarebbe stata se fosse stata contemporanea) solo perché è riuscita a pubblicare “solo” “Cime Tempestose”!

autore emergente o esordiente

Passiamo ora, sempre alla lettera, alla definizione di autore emergente. L’autore emergente può aver già pubblicato diversi libri a rigor di logica, ma deve ancora “emergere”, anzi, farsi riconoscere al grande pubblico come autore di spicco. Per arrivare a questo obiettivo, l’autore emergente cerca di mostrarsi in ogni occasione per evidenziare le sue capacità e nega di fatto qualunque critica si ponga sulla sua strada, che gli impedisca quella “emersione naturale” che lo porterà a diventare uno scrittore di successo.

Non so voi, ma, prese alla lettera, queste definizioni di autore esordiente o emergente mi danno la nausea. Alla fine, l’ispirazione arriva quando meno te l’aspetti: potresti scrivere il più importante libro della tua vita al primo tentativo (in quel caso non sei esordiente a vita, sei fortunato, almeno finché il fatto di non poter superare te stesso non ti crei problemi). In più, la smania di “emergere” non so quanto abbia attinenza con la passione per la scrittura. Sì, scrivi per gli altri, ma alla fine scrivi perché te lo detta il cuore: non hai bisogno di 100 concorsi letterari che ti dicano che sei bravo o di mostrarti il re/la regina della festa pur di emergere, spammando qua e là sui social network.

Quando l’autore esordiente o emergente diventa uno scrittore?

Bella domanda. La risposta di come avviene il passaggio da autore esordiente o emergente a scrittore dipende soprattutto dalla popolarità raggiunta: in tal senso, personaggi famosi che “scrivono” non vengono considerati autori esordienti, ma scrittori anche al primo libro perché vendono milioni di copie al primo colpo… Voi cosa ne pensate? Siete esordienti, emergenti o già scrittori affermati?

image_pdfimage_print

ABOUT THE AUTHOR

Annarita Faggioni

Founder e direttrice del progetto Il Piacere di Scrivere, copywriter e scrittrice.

Commenta

Calendario

dicembre: 2016
L M M G V S D
« Nov    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: