A Game Of Books – I guardiani della notte

e-book

Cala la passione per i libri, e la mia guardia ha inizio. Non si concluderà fino alla mia morte. Io non avrò case editrici, non mi farò possedere dal mercato, non sarò padre di libri cartacei. Non avrò quarta di copertina e non vorrò gloria. Io vivrò al mio posto, e al mio posto morirò. Io sono la penna nelle tenebre. Io sono la sentinella che veglia sulla barriera. Io sono la parola che arde contro il freddo schermo, la luce che porta l’alba, il racconto che risveglia i dormienti, lo scudo che veglia sulle letture degli uomini. Io consacro la mia vita e il mio onore agli scrittori di e-book. Per questo e-book e per tutti gli e-book a venire.

Libero adattamento del giuramento dei Guardiani della Notte
Il giuramento dei Guardiani della notte

Come già detto qui, la barriera è lo spartiacque tra il mondo dei lettori e quello dei non lettori. E chi è a presidio di questa estrema linea difensiva? I guardiani della notte, di cui il nostro fido John Snow (o John Book, se preferite) fa parte. E chi sono i guardiani della notte del mondo editoriale? Possiamo senza dubbio conferire tale onere agli scrittori di e-book.

Perché loro?

Ma perché sicuramente ne hanno viste tante! Nel continente di Westeros, chi decide di vestire il nero e dedicare la vita alla causa dei guardiani lo fa per sfuggire ad un infausto destino. Una sorta di legione straniera. Arrivato lì, però, trova una famiglia, quella che per i motivi più disparati non aveva avuto all’interno del regno. Per gli scrittori di e-book il discorso è similare.

Esclusi (volontariamente o meno) dal mondo editoriale, a cui guardano con desiderio e disprezzo. Desiderio di normalità e disprezzo perché quella che vedono non è la normalità. Hanno visto pubblicare di tutto (c’è bisogno di fare nomi? Ognuno ha il proprio Joffrey Baratheon editoriale), hanno sentito le peggiori dicerie su quello che accade in quei palazzi (e se li frequentassero chissà cosa direbbero…) e loro, con i loro ideali ed il loro credo restano lì fuori, liberi e non contaminati dalla corruzione e dalle storture del sistema.

Oneri (tanti) e onori (pochi)

Vestire il nero ed onorare la causa dei Guardiani della notte è qualcosa che comporta grandi responsabilità…E senza i grandi poteri su cui possono contare i supereroi! È un po’ come la biblica sfida di Davide contro Golia. L’esercito di Bruti (o uomini liberi, come vedremo poi nel prossimo episodio) assalta le mura della fortezza per invadere il castello ed entrare nei territori del regno. Un numero esiguo di difensori contro un’orda imponente di assalitori.

Nessuno al mondo saprà mai come strenuamente hanno lottato, quanto valorosamente si siano battuti. Agli scrittori di e.book è toccato tale infausto destino. Come il loro giuramento non scritto impone, non avranno i riconoscimenti che si tributano agli eroi, in pochi sapranno della loro esistenza. C’è chi potrebbe pensare che, in ossequio al polvere eri e polvere tornerai, costoro fanno uno sforzo minore avendo vissuto sempre in uno stato di oblio. Ma non dimentichiamo che qualcuno che pensa a noi e ci porta sempre nel cuore l’abbiamo tutti (proprio tutti).

Per la serie: se ce l’hanno fatta loro…

Ma alla fine della fiera, un vantaggio c’è, da tutte queste privazioni:

Ciò che questi autori scrivono è qualcosa di puro, non insozzato da becere logiche di mercato e calcoli che niente hanno a che fare con la passione che fa vibrare le loro penne e sprona i loro cuori.

Forse è proprio questo l’unico modo che abbiamo per risollevare il settore dalla grossa crisi in cui versa, per difenderlo dagli estranei. E – perché no? – giungere a sedersi sull’ambito Trono di libri. Ma per parlare di ciò che succede nella capitale, dobbiamo fare tanta strada ancora attraverso i sette regni (editoriali).

image_pdfimage_print

ABOUT THE AUTHOR

Vice direttore de Il Piacere di Scrivere, fa dell'ironia e del sarcasmo un'arma letale.

Commenta

Calendario

dicembre: 2016
L M M G V S D
« Nov    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: